Oktober Fest 2004: Non c'è muro che ci tenga!

Versione stampabileVersione stampabile

 

E anche quest'anno torna l'OktoberFest del MSAC: il modo migliore per cominciare le attività nelle scuole! Scatenate la vostra fantasia, con l'aiuto delle schede preparate dall'equipe nazionale, per animare nel modo giusto le vostre scuole. Per offrire a tutti gli studenti un'opportunità di crescita e partecipazione al di là dei soliti scioperi o autogestioni. Il tema di quest'anno è l'interculturalità. La scuola italiana, come tutta la nostra società, inizia già a vivere la presenza di persone e culture provenienti da tanti paesi del mondo. L'accoglienza che stiamo riservando loro non è delle migliori. La scuola oggi non è concepita per quella che è già una realtà: la necessità di formare tutti gli studenti alla comprensione e al rispetto delle reciproche identità in un momento storico in cui troppi gridano a sproposito alle guerre di religione, ai conflitti etnici che spesso sembrano fatti solo di parole (della gente comune, degli opinionisti, dei politici) ma che poi diventano comportamenti di vita quotidiana. Gli studenti del MSAC vogliono far riflettere tutti gli abitanti del pianeta scuola sulla necessità di aprire delle porte tra i muri che ci dividono da chi ha un'identità (religiosa, culturale, ideologica, nazionale) diversa dalla nostra, e anche fra le diverse componenti della comunità scolastica (docenti e studenti) perché solo se riparte con fiducia il dialogo educativo la scuola potrà guardare con speranza al futuro.Allora tocca a noi animare le assemblee, gli incontri, i dibattiti, al grido di "Non c'è muro che ci tenga!". Da dove iniziare? Ecco una perfetta introduzione:   “Muratore”, da “L’Albero”, 1997La gente si muove la musica crescee ancora un altro muro viene giù!muratore muratorecostruisce muri il muratoremuri da dipingere e da coloraremuri da fare crollare da fare crollareBabylon Jerico Porta Pia il Colosseoil muro di Berlino Machu Picchule torri gemellele piramidi d'Egittoil muro di cinta il muro del piantole case popolari di ferro e cementomura che delimitano il territoriomura che sorreggono torri d'avoriomura di parole mura di poteremura da fare crollaremura per proteggere e per dividerefragili da fare riderebutta la palla di là!non c'è muro che mi tenganon c'è buio che mi spenganon c'è muro che mi tenganon c'è buio che mi spengamuratore muratorecostruisce muri il muratorearmato di cemento armato costruisceun nuovo murocon i pezzi di quello crollato da pocoil muratore va e non si fermeràa creare nuovi muri di disparitàe mura la natura e mura la culturae mura tutto ciò che fa paurama il pensiero non lo puoi murareperché il pensiero è duro è cielo puroe sta di qua e di là dal muroLa gente si muovela musica crescee ancora un altro muro viene giù!

 

Vi proponiamo due percorsi per organizzare l'OFM nelle vostre scuole: