Maturità, caro Ministro ecco cosa pensiamo del nuovo esame

Versione stampabileVersione stampabile

In questi giorni si stanno svolgendo le prime simulazioni delle prove del nuovo esame di Maturità, in tutte le quinte superiori del nostro Paese. Come Movimento Studenti abbiamo raccolto le ansie e le preoccupazioni dei maturandi, che si preparano a svolgere un esame rinnovato ma che presenta, a nostro parere, aspetti incoerenti. Per segnalare questa ed altre criticità, come le problematiche legate alle tempistiche di comunicazione delle modalità del nuovo esame che non permettono a noi studenti una serena e adeguata preparazione, abbiamo inviato una lettera al Ministro Bussetti. 

Con la stessa lettera abbiamo chiesto al Ministro di incontrarci, insieme ai rappresentanti delle altre associazioni studentesche e delle diverse componenti del mondo della scuola, per discutere delle problematiche evidenziate da tanti studenti e studentesse e tentare insieme di trovare delle soluzioni.

Siamo convinti sia essenziale dialogare e lavorare insieme sulla nuova Maturità affinché l’esame di Stato, a giugno, non si trasformi in una prova di funzionamento del sistema a scapito di noi studenti e studentesse. 

Qui sotto possiamo leggere la lettera inviata al Ministro.