Proposta Formativa 2017/2018

Versione stampabileVersione stampabile
Proposta Formativa 2017/2018

Carissime msacchine e carissimi msacchini, eccoci di nuovo! La scuola è iniziata e siamo tornati a riempire le aule con la gioia di chi ha ancora nel cuore e nella testa l’estate appena conclusa. E nominare l’estate ci riporta ai campi nazionali, ad Anagni e a Fognano, dove ci siamo incontrati in 200 tra studentesse e studenti di tutta Italia, per sognare insieme la scuola che vogliamo.

Ma pian piano riprendendo le attività scolastiche, iniziano anche le prime équipe in cui programmiamo il nostro anno msacchino e allora è utile avere tra le mani lo strumento tanto amato e tanto atteso...LA PROPOSTA FORMATIVA!

Come ci siamo raccontati ai Campi, da quest’anno la nostra PF cambia volto per provare a essere sempre più a servizio delle attività dei circoli e così, speriamo, a servizio di tutte le scuole d’Italia.

1. Cos’è la Proposta Formativa?

La PF è uno strumento per sostenere l’attività dei circoli e favorire un respiro nazionale a tutti gli msacchini e le msacchine d’Italia e si compone di:

  • Schede formative: fascicoletti con approfondimenti su diverse tematiche e proposte di attività da portare nelle scuole;

  • Progetti: iniziative che si sviluppano durante l’anno parallelamente agli incontri sui temi delle schede (ad es. percorsi di orientamento all’università, i progetti di primo annuncio…)

Ma, come sempre, essere al servizio delle nostre scuole significa anche adattare la nostra proposta alle esigenze del territorio. Perciò se la proposta nazionale non c’entra nulla con quello che sta succedendo nella nostra scuola, abbandoniamo la programmazione e pensiamo a qualcosa di adatto per le esigenze dei nostri compagni!

2. Come cambia la Proposta Formativa?

La novità per questo triennio sarà legare sempre le schede formative ad alcune ricorrenze, in modo tale che sarà (speriamo) più semplice favorire la partecipazione dei nostri compagni. Infatti nel corso degli anni ci siamo accorti che attrae di più un incontro riferito a una ricorrenza (come il giorno della memoria, la festa internazionale degli studenti…) piuttosto che semplicemente un invito a un nostro evento. E celebrare delle ricorrenze con incontri tematici a misura di studente può essere anche un servizio che portiamo avanti per i nostri istituti.

Quindi, poiché ci siamo resi conto che i momenti caldi dell’anno permettono di intercettare meglio gli studenti delle nostre scuole e che ci sono ricorrenze che è giusto far risaltare ogni anno, ecco le sei schede per l’anno 2017/2018, legate alle date più importanti dei mesi che verranno:

 

  • Ottobre è da sempre il tempo delle elezioni per gli organi collegiali, perciò vorremmo metterci a servizio delle scuole organizzando incontri per avviare processi di Rappresentanza a tutti i livelli (classe, istituto e consulta). --> Scheda

  • Novembre sarà il periodo che vorremmo dedicare solo a temi scolastici, celebrando la Festa internazionale degli studenti il 17 novembre: quest’anno sarà l’occasione per portare nelle nostre scuole un lavoro iniziato ai Campi e che ci porterà a scrivere il parere nazionale “C’è bisogno di scuola! Proposte di studentesse e studenti per il bene del Paese” L’obiettivo che ci siamo dati è quello di sottoporre alle forze politiche che si confronteranno nella competizione elettorale di aprile 2018, le nostre idee per la scuola che sogniamo. Ecco perché nella scheda di novembre raccoglieremo le proposte di studentesse e studenti su sei temi caldi scolastici e dalle proposte dei circoli scriveremo il parere nazionale! --> Scheda

  • Gennaio-Febbraio sarà invece il periodo in cui vorremmo concentrarci sulla Cultura: quest’anno a guidarci sarà il tema dell’immigrazione. Il Giorno della memoria (27 gennaio) e la Giornata del ricordo (10 febbraio) non sono memoria immobile, ma ci devono aiutare a ricordare il dramma dei conflitti politici, razziali e ideologici di oggi. --> Scheda

  • Marzo, sarà il mese della Legalità in ricordo delle vittime di tutte le mafie (21 marzo), quest’anno sarà l’occasione privilegiata per parlare delle EcoMafie, capire come nascono e quali sono i loro interessi e quali sono le loro modalità d’azione. --> Scheda

  • Aprile è il mese in cui celebriamo la liberazione dell’Italia dall’occupazione nazi-fascista (25 aprile) e quindi sarà il tempo privilegiato per riflettere sulla Cittadinanza: quest’anno cercheremo di affrontare al difficile tematica della Disoccupazione giovanile. --> Scheda

  • Maggio, è il mese in cui festeggiamo l’Europa (9 maggio): quest’anno in modo particolare vorremmo confrontarci sul tema del Diritto alla mobilità studentesca. --> Scheda

 

Attenzione:

Le giornate ci danno l’opportunità di dedicare un intero mese ad una tematica, magari con uno o più incontri da organizzare prima o dopo la ricorrenza! Un altro cambiamento da sottolineare è la trasformazione del vecchio Oktober Fest, che non è più una festa di inizio anno, ma diventa un’attenzione per tutto il mese ai processi di rappresentanza nelle scuole, favorendo incontri di formazione tra le aule scolastiche sul significato degli Organi Collegiali. E quello che era l’Oktober Fest diventa la Festa degli studenti di novembre (legata alla ricorrenza del 17 novembre, festa internazionale degli studenti).

Saranno efficaci queste novità? Non ci resta che scoprirlo programmando il nostro anno Msacchino!

 

Buona programmazione e buon anno a tutti noi!

Iscriviti alla Newsletter del Movimento Studenti

Trova il tutor!

Visita il nostro canale su YouTube

Mostra su don Lorenzo Milani
Mostra su Vittorio Bachelet