Proposta Formativa 2011/2012

Versione stampabileVersione stampabile

 

Scatto alla Risposta!

 

*offerta (formativa) per l'anno 2011-2012 

 

“Scatto alla risposta!” è il titolo della proposta formativa di quest’anno che dice tutta  la nostra prontezza nel rispondere alle grandi e piccole richieste a cui sentiamo di dover adempiere in quanto studenti che rispondono alla propria vocazione da esercitare e allenare fra i banchi di scuola. In quest’anno, in cui l’associazione utilizza come icona biblica di riferimento Bartimeo e la sua risposta all’ “Alzati, ti chiama!”, anche noi siamo pronti a scattare (un po’ come delle molle), fin da subito, fin dal nostro primo “eccoci”, detto magari con qualche dubbio e paura. Siamo pronti a dire “sì” e a metterci totalmente nelle mani del Signore, fidandoci di Lui.

In quest’anno, in questo tempo, due cose ci sono richieste con sempre maggiore insistenza. Una fede matura e una professionalità eccellente. Se la prima la coltiviamo prendendoci cura della nostra spiritualità nutrendoci alla luce della Parola, del rigore, dell’esame di coscienza, della cura dell’uomo interiore, la seconda è quella che alleniamo e applichiamo tutti i giorni fra i banchi di scuola.
 
Parola chiave, per noi, in quest’anno associativo è l’ "appartenenza” . In questo tempo di grande difficoltà per la scuola e per le istituzioni in cui tutto ci appare liquido, impossibile da afferrare, immobile e allo stesso tempo immutabile, come fosse paralizzato, vogliamo recuperare la dimensione dell’abitare, dell’esserci per davvero!  Crediamo che recuperare lo stile di chi ha voglia di starci e ci crede ancora sia la più grande e bella risposta da dare ad un Paese in difficoltà. La nostra passione e il nostro slancio propositivo devono provare a dare una spinta e una carica positiva anche agli altri. Possono essere un grande segno per risvegliare nelle persone che ci stanno attorno, attraverso un vero e proprio contagio, un forte desiderio di partecipazione, condivisione e dialogo.
Vogliamo recuperare una grande sfida: quella che è propria di chi si mette in gioco e si apre a spazi di gratuità, innanzitutto all’interno della scuola, negli organi collegiali e nei luoghi della democrazia e della partecipazione.
E allora: appartenere! Innanzitutto alla scuola! Il senso di comunità, di con-essere, essere cioè insieme, è quello che vorremmo riscoprire nell’Oktober fest dal titolo “Questa scuola non è un albergo”. Con questo “faldone” vorremmo proporre uno stile, quello dell’abitare e del vivere, che sia valido sì nel mese di ottobre, ma valido sempre, tutto l’anno!
 
Nel mese di maggio, riscopriremo, invece, la nostra appartenenza all’Europa, perchè, quest’anno sopratutto stiamo avendo modo di accorgercene e forse ne stiamo prendendo consapevolezza, siamo cittadini europei! Una grande comunità, tutta da conoscere e da scoprire, nelle sue potenzialità e nei suoi limiti...
Oktober fest ed European day fanno da cornice ad un altro grande tema: quello della legalità e della cultura del bene comune! Con questo faldone vogliamo maturare un metodo di convivenza civile, mantenendo dunque sempre accesi i riflettori sugli orientamenti cuturali...
 
E’ dunque da queste premesse nasce la proposta formativa dell’anno 2011-2012. Ma non finisce qui! Infatti, come da mandato congressuale, la struttura della nostra proposta formativa ha subito alcuni cambiamenti! Oh yessss! Non si tratta di un  restyling stravolgente, ma l’intento è di rendere la nostra proposta più fruibile, accattivante e quanto più possibile legata all’attualità e a quanto si vive quotidianamente nelle nostre scuole e nelle nostre città. Per questo motivo il numero dei faldoni, come vi sarete accorti, è stato ridotto a 3 con gli ormai tradizionali, insostituibili, imperdibili, indimenticabili (e chi più ne ha più ne metta) Oktoberfest ed European day, da utilizzare rispettivamente ad inizio e fine anno, e un unico altro faldone a disposizione dei circoli e da utilizzare a cavallo fra il primo e il secondo quadrimestre.
Ma chiaramente non finisce qui: per completare ed integrare la proposta formativa, da quest’anno, occhio alla Newsletter del MSAC! Questo importante strumento di informazione e di approfondimento a cura dell’équipe nazionale, da settembre, sarà infatti potenziato. Il come è presto detto. Al termine di ogni articolo della Newsletter (che ricevete nella vostra casella di posta elettronica ogni mese) verranno inserite delle note bibliografiche per incoraggiare l’approfondimento dei temi trattati e, udite udite, delle proposte di attività che possano essere da supporto e suggerimento per la vostra programmazione diocesana!
 
A tutto questo si aggiungono altri 2 imperdibili appuntamenti:
 -  i CIPS (Campi Interregionali per Studenti), dal 2 al 5 gennaio con l’ormai classica formula che ne prevede uno al nord, uno al centro e uno al Sud.
 -  la Mo.Ca., dal 20 al 22 Aprile a Napoli, occasione in cui il Movimento apre i cantieri sulla scuola.

E allora! Che aspettate! Segnate questi appuntamenti in agenda e datevi da fare! Ci aspetta un anno in gran movimentoooo!
 

Proposta Formativa 2011-2012                “SCATTO ALLA RISPOSTA!!"

Data

Evento

Ottobre
Oktober Fest 2011
2-5 Gennaio
CIPS Campi Interregionali per Studenti
febbraio/marzo
P&D

20-22 Aprile 
Mo.Ca. 

Maggio
European Day 2012
Luglio 2012

Temi

Questa scuola non è un Albergo!!  
IN-SQUADRA (PER) LA TUA SCUOLA
 
La scuola dei tuoi sogni, attende il tuo progetto
Legalità e cultura del Bene Comune "Se mi lasci non vale" "Cittadini d'Europa" Campo Nazionale
Contenuti delle schede School sweet school   Siamo tutti mafiosi: indagine sulle piccole illegalità   Nascita, storia, funzionamento dell'UE  
Do you know?   Cultura del Bene Comune: il valore educativo delle Istituzioni e della Scuola   Europa 2020: Obiettivi condivisi per il futuro  
E’ più bello insieme   esperienze dai territori   senso di appartenenza e cultura europea  
           
Dove   NORD! CENTRO! SUD!   Napoli    Nardò-Gallipoli

 

 

 

Iscriviti alla Newsletter del Movimento Studenti

Trova il tutor!

Visita il nostro canale su YouTube

Mostra su don Lorenzo Milani
Mostra su Vittorio Bachelet