Proposta Formativa 2009/2010

Versione stampabileVersione stampabile

 “Accompagnarsi negli angoli del presente..”

 

 

L’anno 2009/2010 l’Azione Cattolica Italiana rifletterà sulle relazioni, sul far casa, sulla comunità. L’icona scelta è la pagina evangelica di Zaccheo (Lc 19, 1-10): “e lo accolse con gioia”. Accoglienza significa anche cura, e per l’associazione in particolare ciò si traduce in “cura educativa”, quella cura a cui i nostri vescovi ci richiamano proprio all’inizio del decennio che la Chiesa Italiana dedica all’educazione. L’AC, col suo tesoro di esperienza formativa, può essere un laboratorio prezioso in questo senso e anche il MSAC ha da offrire il proprio contributo a questa riflessione, presentando la declinazione speciale con cui il movimento studenti incarna lacura educativa. I msacchini infatti non sono educatori, né sono responsabili “educativi” di gruppi (al massimo i segretari ne sono i responsabili associativi). Eppure anche lo stile di compagnia dei msacchini nei confronti degli altri studenti è occasione di crescita vicendevole. È quindi proprio la COMPAGNIA la cifra che sintetizza lo stile di testimonianza e missionario del msacchino, anzi, l’ACCOMPAGNARSI! Ed è la riflessione su questo stile che vorremmo mettere a tema della proposta formativa msacchina dell’anno prossimo.

Il MSAC ci insegna a farci vicini alle persone che incontriamo negli ambienti di vita, a farci compagni di strada di tutti, alla pari, senza asimmetrie o piedistalli dovuti al dire “io credo e tu no”, “io vado in parrocchia e tu?”. Uno stile che incarna l’apostolato del simile verso il simile, un cuore che batte di passione per gli uomini, per ogni uomo nel suo tempo, nella sua storia, nel suo quotidiano.

Allora saremo chiamati innanzitutto a declinare questo stile di “bella compagnia” in quella che è la nostra casa, come Gesù si è fermato a casa di Zaccheo. Saranno la scuola dunque e le domande di vita degli studenti che la abitano il nostro principale campo di.. percorso!

Un percorso, per dirla con De Gregori, attraverso tutte le angolature e gli spigoli del nostro presente. Questi spigoli spesso fanno male e ci rendiamo conto di come possano a volte trasformarsi in seri ostacoli. Lo vediamo nella nostra esperienza personale e lo vediamo nei nostri compagni di scuola, negli altri studenti, nelle persone che sono in viaggio con noi. Difficoltà con lo studio, relazioni controverse, piccoli e grandi fallimenti o semplicemente inquietanti domande sul proprio futuro. Siamo chiamati allora a farci compagni in questi “angoli del presente” che, per proseguire col testo della song di De G., possono sempre diventare docili “curve nella memoria”. La bella memoria di un cammino che ha saputo tenere conto di tutte le vita che hanno voluto intrecciarsi sulla strada.

Chiamati dunque alla “bella compagnia”, a scuola, nella città, nel paese. Sono molteplici infatti i campi in cui questa cura di accompagnamento ci chiama a farci prossimi. La proposta annuale msacchina 2009/2010 vuole mettere al centro questi ambienti e lo fa innanzitutto dividendo l’anno in due “quadrimestri”, sperando che questa possa essere una semplificazione organizzativa utile per i circoli, nel tentativo di sincronizzare l’anno msacchino con quello scolastico. Il primo quadrimestre, come detto, sarà dedicato al tema dell’ACCOMPAGNARSI a scuola, attraverso l’OFM ed il secondo faldone del P&D. Per l’OFM in particolare chiediamo ai circoli non tanto di scervellarsi sull’iniziativa “col botto” da proporre in autunno, quanto piuttosto affidiamo loro la missione di trasformare la preparazione dell’OFM in occasione per accompagnare, coinvolgere altri studenti che nulla hanno a che fare (o avranno poi a che fare) con il movimento. Si tratta del cuore della proposta della attività msacchine a scuola: non le facciamo per sentirci gratificati da una buona partecipazione (o viceversa demoralizzati se va male), ma per trasformarle in occasioni per coinvolgere nel sogno partecipativo altri studenti. Vogliamo che gli altri ragazzi che si spendono per la scuola, o anche quelli che mai avrebbero pensato che la scuola potesse essere il luogo del loro protagonismo, possano incrociare la loro esperienza e la loro passione nella preparazione dell’ofm. È questo il senso della parola stessa “punti d’incontro”! L’OFM 2009 sarà allora innanzitutto questa sfida. Per questo non abbiamo dato un tema preciso per l’oktober fest, nella speranza che questo possa nascere proprio dalla discussione e dal confronto con la propria realtà scolastica. Forse la sfida fa paura, ma è un MSACco avvincente, non trovate? Abbiamo pensato anche ad un piccolo concorso per darci coraggio... vedrete!

Il secondo quadrimestre invece mette a tema la città. Se all’inizio dell’anno abbiamo cercato di riflettere sul “bene di tutti” della nostra particolare realtà scolastica, il passo che facciamo in preparazione alla SFS è quello di declinare questo “bene” per una compagnia più grande: quella della nostra città, del nostro territorio, del Paese. Lo faremo sull’esempio di tanti testimoni associativi che si sono spesi per l’amministrazione del bene pubblico. Non ultimo Vittorio Bachelet, di cui l’anno prossimo ricorrerà il trentennale della morte e che ricorderemo durante la SFS. Termineremo l’anno con l’European Day dedicato, secondo le indicazioni della Commissione Europea, ai temi della giustizia e dell’inclusione sociale

Dopo l’anno dedicato al “fremito”, dunque, eccoci a indirizzare questo “fremere” verso l’altro, i nostri compagni di scuola, la nostra città, la giustizia sociale. È la PASSIONE PER L’ALTRO, per l’uomo nel suo tempo, il motore del nostro impegno. In questo senso si colloca anche la scelta dell’"ALTRO” come tema per il campo nazionale, in preparazione a quest’anno msacchino “col botto”… anzi, coi botti!

Infatti nel 2010 ci aspetta l’attesissimo appuntamento triennale della Scuola di Formazione per Studenti (la mitica SFS!!!). Una data da segnare sul diario, fin da ora! Save the date: 16-18 aprile! Ma quest’anno 2010 sarà speciale anche e soprattutto per un altro motivo… preparatevi, il mitico MSAC a cui tutti siamo affezionati sta per compiere 100 anni!!!

La SFS sarà allora l’occasione per spegnere le candeline, eppure il CENTENARIO del movimento (lo abbiamo chiamato MOVI100) non finisce qui! Una commissione apposita, composta da ex segretari e collaboratori nazionali, sta infatti raccogliendo le testimonianze dei msacchini del passato e sta elaborando alcune proposte pratiche delle quali, già sulla brochure del MOVI100, potete trovare qualche spunto.

In preparazione alla SFS, sarà poi organizzata in tutte le regioni una batteria di INCONTRI REGIONALI di countdown della SFS. Tale proposta per quest’anno sostituirà i CIPS

 In MSAC we trust! Yeah! Ci aspetta un intensissimo anno in movimento!!!

Buon Anno in Movimento!!!!!

 

 

PROPOSTA FORMATIVA:

 

Primo Quadrimestre: compagni di scuola

OktoberFest: CreAttività - ALLA RICERCA DELLA SCUOLA DELLE NOSTRE BRAME

P&D: CHE BELLA COMPAGNIA!

INCONTRI REGIONALI DI PREPARAZIONE ALLA SFS

XXX CONVEGNO BACHELET: Inaugurazione mostra msacchina dei saperi

Secondo Quadrimestre: Coinquilini nel mondo

P&D: Per il tuo bene!

SFS 16-18 Aprile 2010

European Day: Lotta alla povertà e all'esclusione sociale

 

Incontro mondiale degli assistenti nazionali della JECI
(associazioni di studenti cattolici nel mondo) 

Campo NAZIONALE MSAC 2010: Fognano, 24-29 luglio

 

 

 

Iscriviti alla Newsletter del Movimento Studenti

Trova il tutor!

Visita il nostro canale su YouTube

Mostra su don Lorenzo Milani
Mostra su Vittorio Bachelet