Come partire in diocesi

Versione stampabileVersione stampabile

Siamo lieti di annunciarvi che è uscito

 

FINE GRANDE CERCASI 2.0

 

 

VUOI METTERTI IN MOVIMENTO?
ovvero "COME FARE IL MSAC… IN 5 MINUTI!"
(musichetta) "cinque minuti solo cinque vedrai, e del Movimento t'innamorerai" (fine musichetta)
Hai in mente di fondare il Movimento Studenti, ma non sai da dove cominciare?
Sogni giorno e notte che canti "Movimento oh oh" come un ultrà in curva?
Sei un giovanissimo e sogni di vivere una scuola diversa?
Sei un animatore e i tuoi giovanissimi non ti danno più pace perché vogliono una scuola diversa?
ALLORA SEI NEL POSTO GIUSTO!!!

STEP NUMBER ONE
(ovvero: il primo passo)

Bisogna contattare IMMEDIATAMENTE il Centro nazionale (msac@azionecattolica.it), o l'incaricato o il tutor della tua regione (l'elenco lo trovi qui). Tutta l'Equipe nazionale MSAC è totalmente e incondizionatamente disponibile a seguirvi nella vostra nuova avventura msacchina, prima (aiutandovi a partire), durante (seguendo i vostri passi), dopo (venendo a mangiare a casa vostra per festeggiare l'ormai felicemente avvenuta nascita del Movimento).

STEP NUMBER TWO
(ovvero: il secondo passo)

"Dove non è ancora costituito il Msac, il Consiglio Diocesano incarica un giovane di AC, con il compito di promuovere l'attenzione alla scuola e favorire la nascita del Movimento. Egli fa parte del Consiglio Diocesano con voto consultivo e la sua nomina viene segnalata alla Segreteria nazionale. "
Chiaramente è il Settore Giovani della diocesi che deve volere il Movimento, come completamento del percorso formativo dei giovanissimi con un'esperienza di pastorale d'ambiente.
L'incaricato per la formazione del MSAC mantiene questa responsabilità per il tempo necessario affinchè il Movimento raggiunga la sua completezza (le "quattro attenzioni" - PdI, FS, OC, MdPA - entro un triennio) e sia celebrato il Congresso diocesano del Movimento.

STEP NUMBER THREE
(ovvero: il terzo passo - di già???)

I primi passi da compiere dopo la nomina possono essere fatti in diverse "direzioni", tutte ugualmente valide e complementari.

  1. si formano gli animatori dei giovanissimi attraverso incontri diocesani, interparrocchiali, ecc., con cadenza stabilita secondo i tempi della diocesi;
  2. si programmano degli incontri direttamente con i giovanissimi (una festa diocesana sulla scuola, dibattiti zonali sul senso dello studio, mini-convegni con esperti sulle nuove leggi e riforme della scuola… e chissà cos'altro potreste inventarvi!)
  3. si programmano una o più giornate del campo-scuola giovanissimi dedicate alla presentazione del Movimento;
  4. si possono raggruppare (anche pochi) giovanissimi di una stessa zona della diocesi, che frequentano scuole diverse, e fare con loro Formazione Specifica per prepararli ad organizzare i Punti d'Incontro nei loro istituti;
  5. o magari si può partire con i giovanissimi della parrocchia di appartenenza, magari quelli che vanno tutti a una stessa scuola, aiutandoli a organizzare un Orientamento Culturale per animare la città e dove poter conoscere studenti di altre scuole;
  6. si possono contattare alcuni professori che conoscete, per organizzare nelle loro scuole in occasione delle assemblee d'Istituto dibattiti sullo Statuto degli Studenti, sulle associazioni studentesche, …

Questi sono solo alcuni spunti pratici per "dare il via" al Movimento Studenti di AC.
Naturalmente queste proposte vanno adattate alla vostra realtà e devono essere realizzate pensando sempre ai reali destinatari della proposta, i giovanissimi (di AC ma non solo), per non rischiare di rimanere delusi.

ADESSO CHE DEVI FARE?
Semplicemente mandarci un'e-mail (msac@azionecattolica.it) o telefonare allo 066631545.
Fallo di corsa!!! L'avventura sta per cominciare!

Iscriviti alla Newsletter del Movimento Studenti

Trova il tutor!

Visita il nostro canale su YouTube

Mostra su don Lorenzo Milani
Mostra su Vittorio Bachelet